back

Omnibus: Promozione del territorio a 360°

È un’attenzione che è andata via via crescendo quella che il Consorzio per il Turismo delle Giudicarie Centrali ha dedicato alla promozione del territorio.
Un percorso partito nel 2014 con l’avvio del progetto “Giudicarie 2020” promosso in collaborazione con la Comunità di Valle delle Giudicarie e gli altri enti turistici dell’ambito giudicariese: Apt Campiglio Pinzolo Val Rendena, Consorzio Turistico Valle del Chiese e Apt Terme di Comano Dolomiti di Brenta.
daniele_bertolini_2.JPGDiverse le azioni messe in campo dai singoli territori che, pur orientati su settori diversi, hanno avviato una sinergia importante con l’ente della Comunità su proposta della giunta guidata da Patrizia Ballardini e proseguita poi con il supporto degli assessori al turismo Failoni e Ferrazza.
Ma come si è evoluta questa promozione? Lo abbiamo chiesto a Daniele Bertolini, da più di quindici anni presidente del Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali e, precedentemente vicepresidente.
«Per quanto ci riguarda – sottolinea Bertolini – abbiamo scelto di dedicarci alla creazione di un prodotto di qualità come la pesca a mosca. Uno sport su cui avevamo ragionato molto, ma che, anche per motivi di budget non avevamo potuto valorizzare quanto avremmo voluto».
A distanza di una decina d’anni i risultati confermano che la scelta è stata quella giusta visto che oggi le Giudicarie Centrali sono destinazione leader in Italia per la pesca su fiumi e torrenti.
Dopo una serie di interventi sulle strutture e sui servizi dedicati a questo sport il Consorzio si è concentrato sulla comunicazione. Spazio dunque ad approfondimenti sui media nazionali e locali attraverso Trentino Marketing: «dalle pubblicità sui canali nazionali, nello spazio meteo di Canale 5 e La7 oppure in programmi come Sereno Variabile – specifica il presidente – alle trasmissioni delle televisioni locali. Inoltre, per noi, nella maggior parte dei casi la scelta è ricaduta su canali di settore che hanno permesso di raggiungere il nostro target di riferimento».
0012.jpgElementi che hanno permesso alla pesca di diventare un prodotto importante non solo per le Giudicarie Centrali, ma per tutta la provincia di Trento: «Non c’è una riunione di Trentino Marketing – commenta Bertolini – dove non si parli di pesca e penso di poter dire che questo sia partito da noi anche se per una serie di casi fortuiti, ad esempio perché abbiamo tra i nostri soci l’Associazione Pescatori Alto Sarca e perché, appunto, la Comunità di valle delle Giudicarie ha creduto in questo prodotto». Una disciplina che attrae anche turisti in partenza per il Trentino, ma orientati su altri sport: «in un incontro a Campiglio – spiega il presidente – è stata condivisa l’e-mail di una famiglia finlandese che aveva contattato l’Apt locale per avere informazioni non solo sulla “vacanza sugli sci”, ma anche per programmare una visita a Venezia e una giornata di pesca sul fiume Sarca».
Soddisfazione dunque per Bertolini «Siamo orgogliosi del fatto che i traguardi ottenuti siano quelli che ci eravamo prefissati. Ora proseguiamo sulla comunicazione. Con l’assessorato in Comunità di Valle di Roberto Failoni abbiamo concordato un cambio di programma che si è concentrato sulla promozione delle cose fatte (pesca e bike) e quindi su una vendita del prodotto più commerciale. Una scelta condivisa e sposata anche da noi perché era la giusta evoluzione di quello che avevamo in mano».
IMG_4009-09-08-19-12-07_A.jpgUn successo determinato anche da un altro fattore di primaria importanza: «la cosa bella – aggiunge il presidente – è che sono un paio di anni che abbiamo un gruppo di lavoro consolidato, che funziona bene e che ha permesso al Consorzio di potersi concentrare sulle cose importanti anche se i nostri budget non erano così cospicui».
Il pensiero del presidente è già orientato al futuro. «Adesso stiamo valutando la possibilità di fare anche altro – prosegue il presidente – sempre seguendo una via “green” come ad esempio la valorizzazione di cammini e trekking sui sentieri che attraversano in larga parte i nostri paesi. Un turismo di nicchia che, come la pesca, pensiamo possa dare grande soddisfazione».
Fondamentale infine aggiungere un tassello importante: «il fattore principale – conclude però Bertolini – è che il nostro territorio è già stupendo. Noi lo abbiamo reso usufruibile e speriamo che si possa ragionare di più e insieme come territorio delle Giudicarie».

mappa

La nostra Valle

Qui, Natura e Tradizione sono di casa...

Le Valli Giudicarie Centrali, immerse in un paesaggio piacevolmente alpestre, in posizione soleggiata e circondate da alte cime, sono il luogo ideale per vivere e sentire la montagna in tutta la sua bellezza.  Basta, poi, indossare un paio di scarponcini e scegliere un punto qualsiasi della valle, per iniziare avventure per piccoli e grandi esploratori.
A fondo valle si trovano i sette paesi: Bolbeno, Breguzzo, Montagne, Preore, Ragoli, Tione di Trento, Zuclo, con gli affascinanti e tradizionali borghi rurali, che nascondono tanti segreti e un’infinità di particolari.
Ecco, le Valli Giudicarie Centrali danno proprio questo: la sicurezza di vivere una vacanza a contatto con la natura, la possibilità di facili escursioni, la tranquillità di paesi dalle solide tradizioni, il piacere della cordialità e di un ambiente a misura d'uomo, anzi, a “misura di famiglia”.
cr-adamello altosarca pnab dolomitibrentabike dolomitibrentatrek visitchiese

Grazie

Grazie per la tua iscrizione!

Iscriviti alla nostra newsletter


Annulla
close

Credits

Kumbe e Giudicare Centrali hanno collaborato per rendere possibile questo progetto web.

Design & Sviluppo:
Destination Management System:
Photography:
Autori vari
Videoediting:
Autori vari
close

Richiesta informazioni


CHIUDI