back

Leggenda: "La preda dei calcagn"

A Tione vige il detto "te se gref (pesante) come la preda zera"... e cosa vuol dire? Ce lo spiega Gilberto Nabacino, esperto di storia locale, per accompagnarci alla scoperta della "Preda dei calcagn".
01_PREDA_CALCAGN.jpg«La montagna di Tione è cosparsa di molti massi erratici di grandi dimensioni - sottolinea Nabacino - ed in particolare c'è una zona in cui si trovano delle prede (massi) che la fantasia popolare ha fornito di nomi».
Per raggiungere questo luogo, come aggiunge Gilberto «si deve seguire la “via del Cioca” che dalla località Casinole porta al torrente Finale e precisamente nella località “Garoc”. Tra queste la più famosa è appunto la “Preda Zera”, forse la più grande e maestosa e quindi, come detto, pesantissima. Seguono poi la “Preda dei Palanch”, la “Preda dei Putei”, la “Preda del Pozz”, ma la più curiosa è certamente la “Preda dei Calcagn”».
 
La preda dei calcagn
La "Preda dei Calcagn" si trova proprio al margine della via del Cioca ed è l’ultima di una serie... 02_PREDA_CALCAGN.jpg
a caratterizzarla è la sua superficie...
Sulla parte superiore piana è costellata di una miriade di incavi rotondeggianti, che inizialmente furono scambiati per “coppelle votive”, ma una successiva analisi da parte di esperti li classificò come naturali. 
Di fronte a tale fenomeno la fantasia popolare ammantò questa "preda" di una leggenda semplice, ma anche conturbante: sembra che le coppelle siano state formate dai piedi infuocati, da cui la denominazione calcagn, di diavoli e streghe, che nelle notti di tregenda vi si ritrovano a ballare.

Scopri le nostre leggende:


Servizio di Delivery in Giudicarie Centrali:


Omnibus:


Percorsi d'interesse:

mappa

La nostra Valle

Qui, Natura e Tradizione sono di casa...

Le Valli Giudicarie Centrali, immerse in un paesaggio piacevolmente alpestre, in posizione soleggiata e circondate da alte cime, sono il luogo ideale per vivere e sentire la montagna in tutta la sua bellezza.  Basta, poi, indossare un paio di scarponcini e scegliere un punto qualsiasi della valle, per iniziare avventure per piccoli e grandi esploratori.
A fondo valle si trovano i sette paesi: Bolbeno, Breguzzo, Montagne, Preore, Ragoli, Tione di Trento, Zuclo, con gli affascinanti e tradizionali borghi rurali, che nascondono tanti segreti e un’infinità di particolari.
Ecco, le Valli Giudicarie Centrali danno proprio questo: la sicurezza di vivere una vacanza a contatto con la natura, la possibilità di facili escursioni, la tranquillità di paesi dalle solide tradizioni, il piacere della cordialità e di un ambiente a misura d'uomo, anzi, a “misura di famiglia”.
cr-adamello altosarca pnab dolomitibrentabike dolomitibrentatrek visitchiese

Grazie

Grazie per la tua iscrizione!

Iscriviti alla nostra newsletter


Annulla
close

Credits

Kumbe e Giudicare Centrali hanno collaborato per rendere possibile questo progetto web.

Design & Sviluppo:
Destination Management System:
Photography:
Autori vari
Videoediting:
Autori vari
close

Richiesta informazioni


CHIUDI