VALLI GIUDICARIE


Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali


GUESTCARD TRENTINO

IN AUTO
Arrivando da nord o sud con l’Autostrada A22 del Brennero, uscita Trento Centro. Proseguire poi per la strada statale SS 45 in direzione Sarche, continuare quindi su SS 237 del Caffaro in direzione Madonna di Campiglio. Arrivati a Tione di Trento, alla rotatoria, proseguire diritto e ci trovi sulla destra.
Arrivando da est o ovest con l’Autostrada A4 Milano-Venezia, uscita Brescia Est. Proseguire poi per strada statale SS 45bis in direzione Salò – Lago d’ Idro. Continuare quindi su SS237 in direzione Madonna di Campiglio. Arrivati a Tione di Trento, alla rotatoria, girare a sinistra e ci trovate sulla destra.

IN TRENO
Dalla Stazione FS di Trento, portarsi alla vicina (100 metri) stazione autobus di linea. Prendere il pullman per Madonna di Campiglio e scendere a Tione di Trento (stazione corriere).
Dalla Stazione FS di Brescia portarsi all’adiacente stazione autobus. Prendere il pullman per Vestone e poi cambiare con pullman in direzione Madonna di Campiglio. Scendere a Tione di Trento (stazione corriere).

IN AEREO
Aeroporti più vicini: Catullo di Verona, Brescia Montichiari, Milano Linate e Bolzano.

Ufficio Turistico Giudicarie Centrali
via Damiano Chiesa, 3 - 38079 - Tione di Trento
Tel. 0465.323090 - Fax 0465.324140
info@visitgiudicarie.it
Orari d’apertura:
Dal lunedì al sabato: dalle 08.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00.
In periodo di alta stagione aperto anche la domenica dalle 09.00 alle 12.00

Ufficio Turistico punto info Breguzzo
Via Roma, 228 - Sella Giudicarie (Breguzzo)
Telefono e fax 0465.901417
info@visitgiudicarie.it

Solo apertura stagionale.

×
www.ilmeteo.it Homapeg
booking online: N. adulti:
Cosa fare - Indoor/Outdoor
Palestra di roccia “Croz de le Niere” (Preore) Torna
La falesia di Preore è inserita in uno splendido contesto naturale. Situata a poca distanza dal paese la falesia si caratterizza per l’abbondanza di tiri facili, e forse per questo è una delle più frequentate della zona. Non mancano comunque settori con tiri duri, anche a strapiombo, fino all’8°. Splendidi e di medio impegno tutti i tiri del settore El cos dei cros, belli e più abbordabili i tiri del settore Formica e del settore Lavarda. Il settore La fata è invece da ammirare per la scultura che dà nome al settore.
Sono ormai diversi anni che la palestra di roccia di Preore vive un periodo di notevole valorizzazione ad opera di arrampicatori locali. Il facile accesso e l'ottima esposizione hanno favorito la riscoperta di queste pareti permettendo ad un nutrito gruppo di arrampicatori di dedicarsi per quasi tutto l'anno a questa attività.
Essendo la palestra rivolta completamente a sud, si può arrampicare per quasi tutto l'anno nonostante sia dislocata in un ambiente di media montagna (altitudine s.l.m. 550 m).
Oltre all'esposizione, anche la conformazione della roccia (calcare), favorisce il rapido asciugamento.
Si tratta di una riscoperta in quanto, già negli anni Sessanta, questa zona era meta di allenamento da parte di esponenti dell'alpinismo rendenese.
Essi frequentarono questa palestra e successivamente anche quella di Coltura, in quanto erano le uniche che permettessero un adeguato allenamento nel periodo primaverile in vista di una attività estiva sempre molto intensa. Anche il corpo del Soccorso Alpino di Tione la utilizzò per organizzare corsi di roccia.
Le vie tracciate in questo periodo, anni Sessanta e Settanta, sono state ben poche preferendo attrezzare le pareti immediatamente sotto i grandi tetti, dove parte la ormai classica via "anni sessanta" chiamata così perché è la più significativa di quel periodo, grazie all'ottima qualità della roccia ed alla possibilità di trovarvi i diversi gradi di difficoltà dell'arrampicata sia libera che artificiale.
Dopo un periodo di abbandono, con il notevole sviluppo dell'arrampicata sportiva, questa palestra ha, con quella di Coltura, arricchito le possibilità di arrampicata.
Con la tecnica della chiodatura dall'alto e all'uso degli spit, pareti prima inaccessibili, sono ora luogo di ritrovo e di divertimento. La palestra di roccia di Preore comprende una zona molto vasta, il toponimo locale per intenderla è "Nière", per questo può offrire nuove possibilità di sviluppo nelle aree poco conosciute. Di seguito ci permettiamo di consigliare alcune combinazioni per meglio gustare le possibilità di arrampicata offerte dalla palestra.
Accanto alla palestra Croz de le Niere si trova un’altra falesia chiamata col del frate scoperta ed attrezzata dai climber locali.

Combinazioni ideali:
  • Combinazione n° 1: Via Diedro 84, via dei No Bò, via Tecnologia per uno sviluppo di 130 m.
  • Combinazione n° 2: Via Cavalcando l'asino, via dell'Equivoco, via Pasion Gaiarda per uno sviluppo di 230 m.
  • Combinazione n° 3: Via Diedro 84, via Preore, via Per Lei per uno sviluppo di 160 m.

Selezionare il settore desiderato:

Palestra di roccia (Preore) - SETTORE 1

Accesso: evidente dal parcheggio e con segnalazione in loco.
Discesa: seguire la cengia verso sinistra fino al sentiero. Segni in rosso.

N°.
Nome
Sviluppo
Materiale
Difficoltà
1
Via della Domenica
70 m
6 rinvii
5+
Primi salitori: G.L. Leonardi, G. Leonardi e M. Scalfi per la parte chiodata a pressione.
Note:
Arrampicata varia in diedro e placca. Bella nella parte centrale.
1a
Variante Green
60 m
6 rinvii
4+
Primi salitori: G.L. Leonardi, G. Leonardi.
Note:
Riuscita variante che vince la parete con minore difficoltà.
2
Via Cavalcando l'asino
50 m
4 rinvii
5-
Primi salitori: : sconosciuti.
Note:
Via logica in placca e diedro su roccia discreta.
3
Via Diedro 84
30 m
6 rinvii
4+
Primi salitori: : G.L. Leonardi, G. Leonardi.
Note:
Via molto bella e frequentata.
3a
"Variante" The Fox (la volpe)
60 m
6 rinvii
4+
Primi salitori: : G.L. Leonardi, G. Leonardi.
Note:
Questa "variante" aperta nella primavera 1986 è da considerarsi una vera e propria via. Molto frequentata e divertente.
4
Via la Crepa
40 m
6 rinvii
4+
Primi salitori: : G. Leonardi e P. Paletti.
Note:
Via poco ripetuta e non chiodata.
5
Via Preore
60 m
8 rinvii
6-
Chiodatori: G.L. Leonardi, G. Leonardi.
Primi salitori: F. Cavallaro, G. Leonardi.
Note: Impegnativa arrampicata in placca molto bella su roccia ottima. Molto ripetuta.
6
Garabombo
60 m
8 rinvii
6+
Chiodatori: F. Cavallaro, G. Leonardi.
Primo salitore: F. Cavallaro.
Note: Bellissima arrampicata su placca verticale.
7
Via delle Ivane
70 m
8 rinvii>
6+
Chiodatore: G. Leonardi.
Primi salitori: F. Cavallaro, Marco Marchetti.
Note: Via logica, arrampicata varia e difficile.
8
Via dell'Equivoco
60 m
6 rinvii
5
    Primi salitori: F. Leardi, P. Paletti.
Note: Arrampicata in fessura, su roccia ottima, molto esposta nella seconda parte. Ormai classica.
9
Via dei No Bò
70 m
8 rinvii
5
    Primi salitori: G.L. Leonardi, G. Leonardi.
Note: Arrampicata di stampo classico su roccia non molto buona.
10
Via anni Sessanta
30 m
5 rinvii
4-
    Primo salitore: Ezio Alimonta.
Note: Bella arrampicata di media difficoltà.
11
Via i Segugi
20 m
8 rinvii
7
    Chiodatore: G. Leonardi.
Primo salitore: G. Leonardi.
Note: Arrampicata molto strapiombante ed impegnativa.
 
12
Via Botanica
25 m
8 rinvii
6
    Chiodatori: Marco Leonardi, Giorgio Leonardi.
Primo salitore: M. Leonardi.
Note: Bella arrampicata, dura nella prima parte.
 
Testi e disegni tratti da "Palestre di roccia delle Giudicarie" di Francesco Leardi e Paolo Paletti, Manfrini Editori, Calliano, 1986.
Palestra di roccia (Preore) - SETTORE 2

Accesso: dal parcheggio seguendo il sentiero che si snoda alla base delle pareti del settore 1.
Discesa: Per le vie n° 13, 14, 15, dal punto panoramico scendere lungo una caratteristica gradinata. Per la via n° 16 seguire le segnalazioni in rosso che dopo pochi minuti riportano alla gradinata.

N°.
Nome
Sviluppo
Materiale
Difficoltà
13
Spigolo Marcio
35 m
7 rinvii
5-
Primo salitore: G. Leonardi.
Note: Il nome non rispecchia l'effettivo stato della roccia, in quanto l'arrampicata è molto divertente e sicura.
14
Via Tecnologica
35 m
6 rinvii
4+
Primo salitore: G. Leonardi.
Note: Arrampicata in placca molto divertente.
15
Il Camino
25 m
3 rinvii
4-
Primi salitori: M. Scalfi, G.L. Leonardi.
Note: Arrampicata in opposizione in un camino, molto stretto.
16
Via Per Lei
75 m
5 rinvii
5-
Primi salitori: Giovanni Leonardi, Paolo Paletti.
Note: Arrampicata molto logica ed interessante.
 

Testi e disegni tratti da "Palestre di roccia delle Giudicarie" di Francesco Leardi e Paolo Paletti, Manfrini Editori, Calliano, 1986.

Palestra di roccia (Preore) - SETTORE 3
 

Accesso: dal parcheggio per il sentiero del settore 1. Deviazione a sinistra con segnalazione in loco.
Discesa: Segnata in rosso.

 
N°.
Nome
Sviluppo
Materiale
Difficoltà
17
Via Pasion Gaiarda
120 m
11 rinvii
5+
    Primi salitori: Giovanni Leonardi, Gianluigi Leonardi.
Note: Questa via per il suo sviluppo, la varietà dell'arrampicata e l'ottima qualità della roccia, è senz'altro la più bella e riuscita della palestra.
 
Testi e disegni tratti da "Palestre di roccia delle Giudicarie" di Francesco Leardi e Paolo Paletti, Manfrini Editori, Calliano, 1986.
Palestra di roccia (Preore) - SETTORE 4


Accesso: seguire la strada sterrata per due tornanti; in prossimità di uno slargo, percorrere il sentiero sulla destra (indicazione) che in cinque minuti porta all'evidente placca.

Il quarto settore, località Col del Frate, è stato preso in considerazione solo nell'autunno 1985 perché offre arrampicate prettamente sportive. Questo settore comprende una bellissima placca di 45 metri percorsa nella parte inferiore da una comoda cengia, raggiungibile per sentiero. Su di essa sistemati gli ancoraggi delle vie finora tracciate, utilizzabili per futuri itinerari nella parte superiore. Alla base della placca l'ambiente naturale offre un piacevole luogo di riposo.

 
N°.
Nome
Sviluppo
Materiale
Difficoltà
 
18
Via Fricò
15 m
4 rinvii
7-
    Primo salitore: F. Cavallaro.
 
19.
Via Corna di Satanasso
15 m
4 rinvii
6+
 
Primo salitore: Giovanni Leonardi.
 
20
Via Campanò
15 m
4 rinvii
6+
Primo salitore: F. Cavallaro.
 
21
Via Wolfj
15 m
4 rinvii
7+
 
Primo salitore: Corrado Tisi.>/div>
 
22
Via Spit Parade
15 m
4 rinvii
8
 
Primo salitore: F. Cavallaro.
 
23
Patuch
15 m
3 rinvii
5+
 
Primo salitore: Adriano Cavallaro.
 
24
Via Sereno
15 m
3 rinvii
5+
 
Primo salitore: Marco Leonardi.
 
25
Via Variabile
15 m
4 rinvii
6-
    Primo salitore: Giovanni Leonardi.
 
26
Via Polvere di Spit
25 m
8 rinvii
6-
 
Primi salitori: Ermanno Salvaterra, Corrado Tisi.
 
27
Lo Hobbit
50 m
7 rinvii
7-
    Primi salitori: Giovanni Leonardi, Franco Cavallaro.
 
28a
Via del Frate
30 m
6 rinvii
5 e A1
    Primi salitori: Gianluigi Leonardi e Giovanni Leonardi.
 

Note: L'arrampicata in questo settore è prevalentemente atletica, essendo la roccia sempre verticale e/o strapiombante. Per salire facilmente sul lastrone appoggiato si utilizza un camino che presenta difficoltà di 3° grado, molto didattico. (sullo schizzo è contrassegnato con il n° 28).

Testi e disegni tratti da "Palestre di roccia delle Giudicarie" di Francesco Leardi e Paolo Paletti, Manfrini Editori, Calliano, 1986.